FRANCIA

CORSICA: 3 TAPPE DA NON PERDERE SULL’ISOLA DI NAPOLEONE

corsica

La Corsica è la destinazione perfetta per un viaggio all’insegna della natura e del relax. Ricca di spiagge da sogno, paesaggi mozzafiato e scorci unici, quest’isola è particolarmente indicata per chi preferisce una vacanza tranquilla e lontana da quei luoghi che sembrano costruiti appositamente per i turisti.

Vediamo quindi come organizzare il viaggio e quali sono le tappe da non farsi scappare nella splendida isola di Napoleone.

Qualche consiglio pratico prima della partenza

Il periodo migliore per visitare la Corsica è l’estate, ma gli appassionati di trekking potranno apprezzare anche il periodo di fine primavera, per via del caldo meno opprimente e della vegetazione florida, e di inizio autunno.

Riguardo ai documenti necessari, essendo la Corsica sottoposta alle stesse condizioni della Francia, per l’ingresso è sufficiente essere in possesso di una carta d’identità valida per l’espatrio o di un passaporto.

Considerato il largo uso di connessione dati in viaggio, poi, è consigliabile valutare bene la convenienza del proprio piano tariffario e modificarlo, nel caso in cui questo offra pochi gigabyte. Magari dando un’occhiata su Facile.it per individuare le migliori tariffe mobile ricaricabili.

Infine, non dimenticare tutto l’occorrente per escursioni e uscite fuori città: la Corsica offre dei paesaggi naturali tutti da esplorare e non potrà che soddisfare le vostre aspettative. Ma per non farti cogliere impreparati dal maltempo o da eventuali imprevisti assicurati di portare con te tutto ciò che serve in questi casi.

 Tre tappe imperdibili in Corsica: Ajaccio, Sartena e Bonifacio

 Le tre tappe di cui parleremo oggi sono perfette per un viaggio in compagnia o in solitaria e sapranno come conquistarti con le loro attrazioni uniche.

Scopriamo quali sono.

Ajaccio, la capitale corsa, si trova nel golfo che porta il suo stesso nome, sulla costa occidentale dell’isola.

Città natale di Napoleone Bonaparte, Ajaccio merita di essere visitata per il suo litorale e la sua atmosfera rilassata, oltre ai numerosi luoghi d’interesse storico e culturale che offre, come la cattedrale (che ospita un’importante opera di Delacroix), il Museo Fesch e la casa natale di Napoleone.

corsica

La seconda tappa da non perdere è Sartena, antico borgo che si trova su una montagna (il Monte Rosso) e che ti resterà sicuramente nel cuore per la sua atmosfera e i suoi panorami da cartolina.

Sartena

Il suo centro storico è uno dei più suggestivi di tutta l’isola: visita quindi la città vecchia e fatti rapire dal fascino delle sue stradine strette e lastricate, che ti faranno tornare indietro nel tempo.

Qui potrai anche scorgere dei dolmen e dei mehir, risalenti alle civiltà megalitiche.

Bonifacio è una città che sorge sull’estremità meridionale della Corsica ed è arroccata su un fiordo a strapiombo sul mare.

Nel centro storico, visita la Chiesa di Santa Maria Maggiore, risalente al XII secolo e costruita in stile romanico, con degli interni affrescati, e arrivate fino al Torrione, che risale invece al IX secolo.

Non perderti la spettacolare vista sulle falesie bianche e sulla città che offre il sentiero Campu Rumanilu, da fare interamente a piedi a partire dalla cappella di San Rocco, e la celebre Scala del re d’Aragona, una delle principali attrazioni della città; quest’ultima è una scala di ben 189 gradini scavati nella roccia, che portano al mare.

Insomma, ce n’è da riempirci diversi giorni.

A te la scelta!