CAMPANIA, SENZA LATTOSIO

PIZZERIA TRE FARINE A CASERTA: ESPERIENZA LOUNGE E LACTOSE FREE

Tre Farine - Travel Free From

Tre Farine è solo uno dei tanti locali che a Caserta prevedono un’ampia scelta di pizze senza lattosio o con mozzarella delattosata.

Non è la prima volta che vi porto a fare un giro in Campania e sapete bene quanto per me sia stato sempre impossibile reperire una pizzeria che mi facesse gustare una buona pizza partenopea senza lattosio.

Impossibile è stata la parola giusta fino quando non sono arrivata a Caserta.

Diverse possibilità, collocate in punti diversi della città e con un certo livello di attenzione alle esigenze alimentari speciali. Meraviglia!

Prima di arrivare alle Tre Farine, ne avevo individuata un’altra che mi aveva ispirata tantissimo

Ciò che ci ha fatto desistere, all’ultimo momento, è stata la distanza dall’hotel in cui abbiamo alloggiato.

Spostando l’auto avremmo corso il rischio di non trovare posto, al rientro. Andare a piedi, dopo i km coperti all’interno della Reggia, suonava come un suicidio.

Che fare? Pazienza.

Anche questa volta ci faremo indicare un buon locale da queste parti e, se ne hanno per me, bene, diversamente mi adatterò in base all’offerta. Sì, a volte la stanchezza porta anche a questo.

Poi, quando meno te lo aspetti, accade il miracolo. La receptionist del Royal Hotel ci ha mandati proprio lì, dietro l’angolo, in questa pizzeria dal nome Tre Farine, che è già tutto un programma.

Preparano impasti fatti con farine alternative alle più comuni – “So che sono molto attenti alle esigenze speciali, è molto probabile che abbiano anche la mozzarella delattosata“. Proviamo.

Tre Farine è localizzata in via Cesare Battisti.

Ingresso Tre Farine - Travel Free From

Il suo nome deriva dal fatto che utilizzano una miscela composta da tre farine diverse: Farina Petra, Farina 0 e Farina 0 Roma S. Tutte italiane, coltivate in modo da evitare impiego di sostanze chimiche o conservanti, altamente digeribili e con un elevato apporto nutritivo.

Volete che vada dritta al sodo, prima di raccontarvi il resto?

No, non andrò dritta al sodo perché questo locale ci ha lasciati a bocca aperta.

È stata una continua e piacevole rivelazione e mi piacerebbe la viveste con me.

All’ingresso abbiamo subito percepito il livello medio-alto del posto.

Siamo stati invitati a lasciare i nostri nomi, per metterci in lista. Appena disponibile il tavolo, ci avrebbero fatti accomodare.

Intanto, non ci hanno abbandonati a noi stessi. Ci hanno fatti accomodare al banco per un aperitivo offerto dalla casa, così, per ammazzare l’attesa.

Prosecco, o succo, e rustico a base di ricotta e prosciutto. Niente rustico per me, ma la bibita (il prosecco) l’ho scolata tutta.

In realtà l’attesa non è stata lunga. Non più di 15 minuti.

Il nostro tavolo era posizionato nella parte della terrazza coperta. Sì perché il locale si compone di alcune sale rettangolari coperte, strette e lunghe, quasi corridoi, e un grande spazio esterno, sormontato da ombrelloni.

La parte più affascinante è proprio quella esterna.

Al di là dei tavoli apparecchiati, l’attenzione è tutta per il pianoforte centrale, bianchissimo, le sedute e il piccolo giardino.

Esterno Tre Farine - Travel Free From

Resistere è stato impossibile, così mi sono fiondata subito a fotografare.

Nella parte opposta, c’è anche un piccolo parco giochi per i più piccoli.

Parco giochi Tre Farine - Travel Free From

Il posto è molto lounge, invita al relax, ai tempi dilatati anche se il servizio rispetta quelli giusti.

Verrebbe voglia di trascorrere la serata così, a bere un drink, stare al fresco, ascoltare buona musica e stop.

Quasi ci si dimentica di aver fame.

 

Giardino Tre Farine - Travel Free From

La cura per il dettaglio supera ogni aspettativa. Sia nella pulizia, che nell’arredo, che nel servizio.

Appena accomodata al tavolo, ci hanno consegnato i ganci per le borse, in modo da liberarci dell’ingombro.

Di più, ce le hanno sistemate loro le borse al tavolo. Quante volte lo avete visto? Personalmente mai, neanche in locali di livello superiore.

Reggi borsa Tre Farine - Travel Free From

Chiusa la parentesi della location e del servizio, comunque non esaustiva, arriviamo al menù.

Io ho tagliato subito corto, prima ancora di iniziare a sfogliarlo. “Scusi, solo una domanda: avete la mozzarella senza lattosio per la pizza?” – “Certo che sì, l’abbiamo“. Pianto di commozione.

Anche il menù delle Tre Farine è ben curato.

In prima pagina vi invitano a condividere la vostra esperienza di gusto sui social.

Chi non lo fa? Io ci ho aperto addirittura un blog.

In seconda pagina, la legenda per le esigenze alimentari speciali.

Diversi simboli ad indicare la tipologia di piatto adatto o adattabile per celiaci, per vegetariani, vegani e così via.

Sono indicati persino i piatti che fanno uso di prodotti certificati o che richiedono tempi di preparazione più lunghi rispetto alla norma.

Cura, ecco la parola giusta. Non mi viene in mente nient’altro per descrivere le Tre Farine. Cura.

Individuare cosa potesse esser adatto per me, quindi, è stato piuttosto semplice.

Menu Tre Farine - Travel Free From

Non ci siamo accontentati solo della pizza. Credo che in un locale così, suoni un po’ come un’eresia.

La cucina è gourmet, le materie prime ottime, la creatività c’è tutta. In più non mancano: rispetto per la tradizione, attenzione per le novità e le esigenze di tutti.

Come faccio a saperlo? Me ne sono accorta dal video trasmesso sulle tv affisse alle pareti.

Un loop che mostra alcune delle ricette preparate dallo chef.

Alla fine della fiera, abbiamo consumato una cena semplice ma soddisfacente.

Antipasto in due. Panzanella di polipo e verdure.

Pesce fresco, verdure anche, pane raffermo al punto giusto, pomodorini solo per lui, troppo crudi per me.

Panzanella Tre Farine - Travel Free From

A seguire:

  • pizza bianca per me, con mozzarella delattosata, pomorini gialli (tipici della zona) e cornicione “panoramico”.
  • pizza rossa per lui, con prosciutto e basilico, ben cotta.

A finire, una porzione di frutta fresca di stagione.

Non macedonia, quella si prepara prima, noi serviamo un’insalata di frutta, perché la tagliamo fresca al momento“. Tutto vero, frutta appena affettata.

Insalata di frutta Tre Farine - Travel Free From

Che altro volete che vi aggiunga? Fra tutte le pizzerie presenti a Caserta, forse, ci è capitata la migliore, e proprio a due passi dal nostro alloggio. Chi lo avrebbe immaginato.

Avete ragione, per essere una consumatrice con esigenze speciali, a volte mi abbandono troppo all’improvvisazione.

Ma che dire? Se questi sono i risultati, dovrei farlo più spesso.

Senza altre adulazioni, Tre Farine a Caserta merita una visita.

Che siate esigenti o meno, il posto e la qualità del cibo sono di alto livello  e il rapporto qualità prezzo molto più a favore della qualità. Un costo onesto, alla stregua di qualsiasi altra pizzeria.

Casertani o meno, chi ci è stato? Conoscevate questa, fra le diverse pizzerie a Caserta? Come vi siete trovati? Ora voglio leggere i vostri commenti.