Borghi, Natura, Puglia

FESTA DELLA MAMMA SUI MONTI DAUNI: ALCUNE IDEE FRA NATURA E BORGHI

Festa della mamma - Travel Free From

La festa della mamma, fra tutte le ricorrenze imposte, è quella che più amo celebrare.

Sin da quando ero piccola e mi arrampicavo sulla sedia per proclamare la mia poesia a tutta la famiglia, o spendevo giornate intere a scarabocchiare biglietti con la vana promessa di “non farti più arrabbiare“.

Poi sono sparite le poesie e i biglietti e sono arrivate le giornate insieme, ovunque, a fare qualsiasi cosa purché insieme.

Quest’anno per me è un po’ particolare. Credo sarà l’ultima occasione per festeggiarla realmente da figlia nel senso stretto del termine. Quello che sa di sicurezza e protezione, tipico di quel nucleo familiare che da sempre sei abituato a concepire.

Sì perché infondo sono sempre stata convinta che la festa della mamma, come quella del papà, sia un po’ la festa di tutta la famiglia. Per questo è importante trascorrerla insieme e trovare il luogo perfetto per passare del tempo in allegria.

In questo post vorrei lanciarvi un paio di idee su come trascorrere una giornata in famiglia all’insegna del relax e della spensieratezza.

Quella che vi propongo è una festa della mamma tra borghi e avventura.

Calcando i ricordi più belli della mia infanzia, caratterizzati da sentieri di montagna, villaggi, parchi giochi e tante cose buone da mangiare, vi porto fra i Monti della Puglia. Sui Mondi Dauni,precisamente.

Nulla che non vi abbia già mostrato in pillole, con qualche chicca in più che farà contenti  bambini e genitori: Lucera, Troia, Pietramontecorvino e il Parco Daunia Avventura.

Parto da quest’ultimo, perché so già che i piccoli scapliterebbero per andarci e perché credo vada vissuto sin dalle prime ore della mattina, per sfruttarne al meglio tutte le potenzialità.

Il Parco Daunia Avvetura è a Biccari, in provincia di Foggia, a ridosso del Lago Pescara e proprio ai piedi del Monte Cornacchia, la vetta più alta di Puglia.

Festa della mamma parco avventura - Travel Free From

Fonte: http://www.trarockeninnananne.it/2016/07/daunia-avventura-un-parco-per-grandi-e-piccini.html

Le attività che si possono praticare in quest’area naturalistica sono talmente tante da poterci riempire una giornata intera.

Potreste dedicarvi a una bella passeggiata a cavallo intorno al lago. Ci sono soluzioni sia per piccoli che per grandi e senz’altro rappresenta un bel modo per rompere il ghiaccio e far divertire i bambini.

Ancora potreste attraversare uno dei tanti sentieri che dal lago salgono fin sulla cima del monte.

Si tratta di vie sterrate estremamente facili da percorrere, completamente immersi nei boschi, fino a godere dell’immensa distesa del Tavoliere, una volta giunti in alto.

Ci sono poi tutte le attività sportive organizzate sia per chi ne pratica abitualmente che per divertirsi.

Alcuni esempi, oltre al trekking, sono le gare di orienteering e di tiro con l’arco.

Proprio in quest’ultimo mi sono cimentata io durante la mia ultima gita.

Festa della mamma tiro con l'arco - Travel Free From

Che dite, sarò riuscita a beccare almeno un centro?

Anche i diversi percorsi del parco avventura possono essere affrontati da tutta la famiglia, a partire dai 3 anni fino a salire.

Volete sapere se l’ho provato?

No, sono sincera. Ho rotto il ghiaccio solo con le attività sportive, perché ci sono arrivata quasi in orario di chiusura. Presto mi rifarò.

In ogni caso sono presenti 5 percorsi acrobatici, lungo il quale passerete da un albero all’altro senza mai mettere piede a terra.

Festa della mamma percorsi acrobatici - Travel Free From

Fonte: http://www.foggiatoday.it/eventi/e-state-in-avventura-parco-avventura-biccari.html

Fidatevi, c’è solo da divertirsi in piena sicurezza, perché sarete seguiti passo passo dagli istruttori che vi spiegheranno cosa fare.

Infine, ci sono anche i percorsi didattici fra i boschi, per i più piccoli, in cui impareranno a riconoscere le piante e gli animali che popolano la zona.

Ve l’avevo detto. Con tutto quello che offre il P+parco Daunia Avventura potreste trascorrere l’intera giornata qui senza rendervi conto del tempo che passa.

Se questo però non dovesse bastarvi o voleste alternare qualche borgo a tutta questa natura, allora ve ne suggerisco alcuni a poca distanza da qui.

Primo fra tutti Lucera.

Più che un borgo è una cittadina vera e propria. Anche qui volendo potreste trascorrere tutta la giornata.

Io l’ho visitata a più riprese.

La prima occasione è stata quella della scoperta. Una Lucera inedita, fatta di vecchie civiltà musulmane che l’hanno abitata e portata allo splendore.

A testimoniarne il passaggio, i segni lasciati nel maestoso castello svevo, nel Museo Civico Fiorelli e in qualche scorcio lungo le vie della città.

Festa della mamma castello di Lucera - Travel Free From

Una buona chance per far toccare con mano ai bambini un pezzo di storia che ha forgiato questa terra.

Festa della mamma museo Fiorelli - Travel Free From

A questo poi potreste aggiungere una bella passeggiata fra le vie del suo centro storico, dall’Anfiteatro Romano fino a Piazza Duomo, location scelta dallo stesso Massimo Troisi per ambientare uno dei suoi film.

Festa della mamma anfiteatro romano - Travel Free From

Altri due borghi carini da visitare, pur non spendendoci chissà quanto tempo, sono Troia e Pietramontecorvino.

Del primo non dovete assolutamente perdere la Cattedrale. Bella, lineare, elegante, un fiore nel deserto.

Festa della mamma cattedrale di Troia - Travel Free From

Con la sua presenza si impone quasi come una vera guardiana della città.

Già so che spenderete molto tempo ad ammirare il suo rosone.

Beh, scandagliatela tutta perché di dettagli, e di significati, ne custodisce tantissimi.

Tutt’altro sapore invece, hanno le mura spoglie e aride del Castello di Pietramontecorvino.

Qui il gusto medievale è rimasto intatto e autentico.

Come Troia fa parte del circuito i borghi più belli d’Italia ed è anche insignito della bandiera arancione targata Touring Club Ctaliano.

Di affascinante c’è tutto il suo centro storico. Dalle porte di accesso alla città, incastonate intorno alla cinta muraria che delimita la Terravecchia, fin su al Palazzo Ducale.

Un dedalo di stradine, circondate da abitazioni scavate nella roccia tufacea, che vi condurrà nel punto più alto del borgo, dove potrete dominare con un solo sguardo i tetti e le colline che lo circondano.

Festa della mamma pietramontecorvino - Travel Free From

Direi che per tutto quello che vi ho appena proposto, più che una giornata da dedicare alla festa della mamma, servirebbe un week-end intero.

Non scoraggiatevi però, sempre meglio avere l’imbarazzo della scelta.

E, a proposito di scelta, vi lascio anche alcuni riferimenti per un buon pranzo genuino e all’insegna dei prodotti tipici di questa terra, con qualche alternativa anche free from.

Per tutte le info ed eventuali prenotazioni per i percorsi in mezzo alla natura, date un’occhiata al sito di Daunia Avvetura.

Ora tocca a voi raccontarmi dove intendete trascorrere la prossima festa della mamma.