Puglia, SENZA LATTOSIO

PIZZERIA IL MULINO: ECCO UNA GRANDE VARIETÀ DI PIZZE SENZA LATTOSIO

Varietà di pizze senza lattosio - Travel Free From

La pizza è un po’ come il gelato, piace a tutti, ce la propongono in mille versioni e alla fine scegliamo sempre la stessa. Per me è così ogni volta. Mi armo delle migliori intenzioni e gira che ti rigira finisco con la mia ortolana bianca senza eccezioni. L’ultima volta però ho fatto uno strappo alla regola perché sono capitata in un posto che in quanto a varietà di pizze senza lattosio non scherzava affatto e farsi scappare l’occasione sarebbe stato un peccato.

Il locale in questione si chiama Il mulino ed è in via Falcone a Rutigliano.

Varietà di pizze senza lattosio ingresso - Travel Free From

Sì, avete intuito bene, dopo la passeggiata alla fiera del fischietto avevamo bisogno di rifocillarci con il classico dei classici del sabato sera ed eccoci qui.

Neanche in questa circostanza la scelta è stata casuale. Ne ho passati in rassegna un po’ di locali attrezzati per il free from, in quel di Rutigliano, e la pizzeria in questione aveva superato la selezione già sulla carta.

A proposito di carta, ciò che colpisce per prima cosa è la varietà di pizze senza lattosio.

Sì, diciamo che, intolleranti o meno, la scelta è comunque ampia, non solo per chi deve mangiare lactose free, ma anche per chi è celiaco, vegetariano, vegano. Ne ho trovate di tutti i colori e tutte rispondenti al dictat “salute e gusto a braccetto“.

Ora ve ne racconto qualcuna.

Partiamo dagli impasti, perché poi è questo che fa la differenza in una buona pizza, almeno al 50%.

Le tipologie proposte dal Mulino sono ben 9, oltre a quella tradizionale:

  • MORESCHINA, un multicelereali ricchissimo di semi, dal profumo e sapore intensi;
  • KAMUT, 100% e non mix di farine, peraltro biologica e altamente digeribile;
  • SENZATORE CAPPELLI, il nostro kamut, chiamiamolo così, il grano pugliese per eccellenza, autoctono, bio e anallergico;
  • FARRO: naturalmente bio perché non necessita di trattamenti e ricco di fibre;
  • ORO FIBRA, realizzato con farina di tipo 1, pieno di sali minerali, fibre e germe di grano;
  • INTEGRALE , qui la farina impiegata è di tipo 2 e rispecchia le caratteristiche di quello precedente;
  • CANAPA, carico di amminoacidi, omega 3, molto digeribile e benefico per l’apparato digerente;
  • GRANO ARSO, farina tostata, tipica pugliese dal sapore molto particolare;
  • GRAN LIEVITATO, di quelli che poi fanno il cornicione in quanto segue un processo di lievitazione a doppia fermentazione.

Questo e tanto altro troverete scritto sul menù che vi porgeranno all’arrivo. Per ogni tipologia di impasto, infatti, vi suggeriscono anche i condimenti più appropriati.

E scriviamo ora di condimenti, perché è qui che entra in ballo la ricca varietà di pizze senza lattosio.

La mozzarella utilizzata è lactose free, gli abbinamenti proposti i più disparati. Da quella insalata, rucola, radicchio e succo di limone a quella con fesa di vitello, passando per la mortadella e pinoli e senza dimenticare le classiche.

Curiosi di sapere quale ho scelto?

Ve lo svelo senza indugio: crema di finocchietto, uvetta sultanina e granella di pinoli.

Varietà di pizze senza lattosio pizza - Travel Free From

Ne avevate mai provata una simile? Beh, credetemi, non è durata molto nel piatto.

Delicata, sapida al punto giusto, cremosa, soffice e troppo poca per la fame che avevo.

Lui, il mio lui, sempre con me, ha scelto invece una gorgonzola e speck. Il gorgonzola, per chi lo digerisce, potrebbe anche andar bene per gli intolleranti al lattosio, per cui se voleste osare avrete una chance in più.

Tutta questa varietà, chiaramente, non è disponibile solo senza lattosio. Sì perché Il mulino è attrezzato anche per il gluten free.

Hanno gli impasti dedicati, oltre a quelli che già vi ho elencato, e i forni separati. Quello per gli impasti normali è a vista, proprio dinanzi all’ingresso, quello per le pizze senza glutine, invece, è nella cucina. Credetemi, ne ho viste sfilare diverse anche così, preparate e servite da personale diverso rispetto a quello riservato per le tradizionali. Non l’ho testata, ma mi sono sembrati parecchio affidabili anche sotto questo punto di vista.

Chiusa la lunga parentesi dedicata alla varietà di pizze senza lattosio che Il mulino offre, vediamo un po’ come si presenta la location.

Senz’altro ampia e accogliente, con evidenti richiami alla loro denominazione sotto forma di lampadari attaccati al soffitto.

Varietà di pizze senza lattosio lampadari - Travel Free From

Il locale si compone di due sale, quella interna, carina, essenziale e senza troppi fronzoli e la terrazza esterna coperta e riscaldata.

Varietà di pizze senza lattosio interni - Travel Free From

Il vantaggio di riuscire a trovare posto nella prima sta nel fatto che potrete incantarvi a vedere i pizzaioli all’opera, un po’ come ho visto fare in una famosa pizzeria a Napoli.

Non è un caso che abbia scritto “se riuscite a trovare posto” perché sarà davvero un’impresa, a meno che non prenotiate già un paio di giorni prima. Ecco io non l’ho fatto, ci ho provato solo nel pomeriggio e ho ricevuto un secco “È tutto pieno“. Fortuna che non ci siamo arresi e, con un po’ di insistenza, ce l’abbiamo fatta.

Varietà di pizze senza lattosio pizzaioli - Travel Free From

Insomma, tirando le fila di questo pomeriggio a Rutigliano fra danze, musiche e coloratissimi fischietti, alla fine abbiamo trovato un punto di riferimento culinario anche per noi intolleranti. Certo non è ne il primo e neanche l’unico, ma degno di saziare ogni vostro più originale desiderio di pizza.

E voi, raccontatemi un po’, a quale partito appartenete: quello de “il solito, grazie” oppure preferite osare e sperimentare sempre gusti nuovi?

A voi la tastiera e noi ci risentiamo la prossima settimana. Buon week-end!