LUNCH BOX, SENZA LATTOSIO

PURCIDDUZZI SALENTINI: UNO SPUNTINO SENZA LATTOSIO PER L’UFFICIO

Spuntino senza lattosio - Travel Free From

Qualcuno aveva detto dieta? Bravo, apprezziamo le tue buone intenzioni ma noi non conosciamo questa parola. Scherzi a parte in questo post vi illustro la ricetta per uno spuntino senza lattosio da portare in ufficio. Così, giusto per spezzare l’appetito.

In realtà non nasce dal nulla questa idea. Per i più informati, e fedeli a questo blog, oggi ricorre la festa di Sant’Antonio Abate nonché l’inizio del periodo di carnevale. Sicché, dopo avervi mostrato gli eventi più caratteristici che stanno avendo luogo in Puglia, vi faccio anche mangiare qualcosa di tipico.

Questo spuntino senza lattosio per l’ufficio si chiama purceduzzo ed è un piatto tipico pugliese che si consuma fra Natale e Carnevale.

Fatte le dovute presentazioni, capiamo meglio di cosa si tratta.

Purcedduzzo, in italiano sta per porcellino, come quello che viene normalmente raffigurato ai piedi del Santo festeggiato oggi.

Ecco, con molta fantasia dovete cercare di vederci in questo gnocchetto “ruvido” la forma di un piccolo maialino. Lo so, ce ne vuole proprio tanta di fantasia. Sta di fatto che chi li ha inventati li ha battezzati così ed ha deciso che dovessero essere consumati in questo giorno. Così, se siete impazienti e li preparate per Natale, dovrete fare in modo che una piccola quantità venga messa sotto chiave e tirata fuori solo il 17 gennaio. Se poi sapete aspettare e volete darvi qualcosa da fare in cucina anche dopo l’Epifania, allora questa ricorrenza è perfetta.

Per trovarli già belli e fatti, invece dovrete fare una capatina in Salento, è qui che vanno per la maggiore, anche se non si escludono comparse nel nord della Puglia.

Mia nonna li ha sempre fatti, questo è quello che mi ha raccontato mia mamma, anche se in prima persona non si è mai cimentata. Quest’anno le ho rotto talmente tanto le scatole che ha deciso di riesumare l’antica ricetta e farmeli provare.

Così, mentre ero al pc, mi son vista arrivare questo sacchetto fumante e strabordante di fragranti purcedduzzi.

Ecco allora che non potevo fare a meno di mostrarveli e condividere con voi la preparazione. Solo per darvi un’idea vincente per il vostro spuntino senza lattosio da spiluccare in ufficio, di nascosto agli occhi indiscreti dei colleghi.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE (e anche di più)

500 gr di farina di tipo 0

2 arance

70 gr di olio Extra Vergine d’Oliva

100 gr di vino bianco

olio di semi o d’oliva per la frittura

PROCEDIMENTO

  1. Riscaldate leggermente il vino senza portarlo ad ebollizione. Spremete le due arance in modo da ricavarne il succo.
  2. Setacciate la farina su di un tagliere, create un buco al centro, versate tutto l’olio e iniziate ad impastare. Continuate aggiungendo un po’ alla volta il vino e il succo d’arancia. Quando otterrete un panetto di pasta soda, lasciatela riposare per circa 20 minuti.
  3. Dividete il panetto in diverse porzioni che dovrete lavorare e allungare fino ad ottenere un serpente di pasta spesso circa 1,5 cm. Tagliate poi in piccoli cubetti e cavateli col dito passandoli sulla superficie di una grattugia, un po’ come si fa con gli gnocchi.
  4. Portate l’olio a temperatura e friggete. Così avrete ottenuto i vostri purcedduzzi.

Spuntino senza lattosio purcidduzzi - Travel Free From

Ora, c’è chi li consuma conditi con una colata lavica di miele e confettini colorati, un po’ come gli struffoli. Chi, ancora, li consuma con una spolverata di zucchero a velo e chi, infine, aggiunge sale nell’impasto e li  mangia nature.

Io non ho aggiunto sale ma ho ingurgitato il mio spuntino senza lattosio così com’era, senza aggiungere altro.

Cosa volete che vi scriva? Il fritto è fritto, nessuno dirà mai che fa schifo.

La ricetta tradizionale in realtà prevede altri ingredienti come lievito, cannella, liquore all’anice. Zona che vai adattamento che trovi. Salendo su per la Puglia, evidentemente, ne ha persi un po’ di ingredienti e questa è la versione di mia nonna che, vi assicuro, non ha nulla da invidiare a nessuno.

 I FREE FROM DELLA RICETTA

I purcedduzzi sono un ottimo spuntino senza lattosio. Di più, si tratta di uno snack naturalmente vegano. Non contiene latte, burro, uova o altri derivati animali. Gli ingredienti sono pochissimi e la farina può essere sostituita con quella senza glutine per diventare una merenda totalmente free from.

Certo, la presenza del vino non li rende privi di lievito e anche chi non tollera nichel o istamina dovrà andarci piano. Per tutte le altre esigenze, credo non ci sia altro da aggiungere.

Allora, soddisfatti di questa chicca tuta pugliese e free from?

Io sì, dopo tanto sentirne parlare finalmente li ho assaggiati e posso ufficialmente dichiarare “Che il carnevale abbia inizio“.