LUNCH BOX, SENZA LATTOSIO

PRANZO DI NATALE SENZA LATTOSIO: UN’IDEA ANCHE PER L’UFFICIO

Pranzo di Natale senza lattosio - Travel Free From

So cosa state pensando “Che ci fanno le parole Natale e ufficio nella stessa frase?” Si tratta delle feste invernali per eccellenza, di quelle che cascasse il mondo si trascorrono a casa con famiglie e parenti. Sì, ma con le dovute eccezioni. Per questo oggi vi lascio un’idea gustosa per il vostro pranzo di Natale senza lattosio in ufficio.

In realtà tutto parte da molto lontano. Ora vi spiego brevemente.

Quando ho partecipato al Gluten Free Expo ho avuto il piacere di incontrare altre blogger certificate dal marchio Blog Approved, come me. Potete vederlo nel menù laterale.

In questa occasione l’Associazione Italiana Latto – Intolleraneti – Aili, ci ha riunite appositamente per farci conoscere e proporci un progetto ad hoc per noi: preparare delle ricette da inserire in un’unica proposta di menù per un intero pranzo di Natale senza lattosio.

Chiaramente il programma ha raccolto l’entusiasmo di tutte e un po’ delle mie titubanze. “Ma io non sono una food blogger, come faccio ad inventarmi una ricetta inedita. Ne scrivo ma si tratta solo di spunti per lunch box non per pranzi a casa“. In sostanza avevo il nulla in mente.

Poi la lampadina si è accesa e “Perché non proporre un piatto tipico della mia Puglia, naturalmente senza lattosio, che possa andar bene anche per chi trascorrerà il Natale a lavoro?“. Andata.

È così che vi presento l’agnello al forno con patate e lampascioni, per un pranzo di  Natale senza lattosio fra colleghi.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

600 g di agnello

500 g di patate

150 g di lampascioni

2 spicchi d’aglio

2 cucchiai di prezzemolo tritato

1 rametto di rosmarino

2 cucchiai di pangrattato (facoltativo)

q.b. sale e olio Extra Vergine d’Oliva (EVO)

PROCEDIMENTO

  1. Pulite i lampascioni, eliminando la pelle scura e le radici. Eseguite un intaglio a forma di croce alla base del bulbo e teneteli a mollo in acqua fresca per circa un paio d’ore. Se volete che perdano molto del loro sapore amarognolo dovrete tenerli a bagno per tutta la notte.
  2. Fateli bollire in acqua per circa 15 – 20 minuti, scolateli e poneteli in un piatto.
  3. Sbucciate le patate, mettetele in una ciotola piena d’acqua e tagliatele a rondelle spesse circa 4-5 mm.
  4. Ungete d’olio il fondo di una pirofila (o una teglia) e stendete un primo strato di patate. Adagiate, poi, i pezzi di agnello. Condite con un pizzico di sale, uno spicchio d’aglio tagliato a fettine sottili, un cucchiaio di prezzemolo tritato finemente e un filo d’olio. Ricoprite tutto con un secondo strato di patate e ripetete il condimento: pizzico di sale, aglio tagliato a fettine sottili, prezzemolo tritato, aghi di rosmarino. Spolverate infine con il pangrattato e inumidite tutto con un filo d’olio EVO. Aggiungete circa 10 ml di acqua a filo lungo il bordo della pirofila, in modo che raggiunga il fondo.
  5. Cuocete in forno a 200° per 30 minuti.
  6. Estraete la pirofila dal forno, aggiungete i lampascioni e terminate la cottura per altri 15 minuti, sempre in forno alla stessa temperatura.

Sì lo so, cosa potreste obiettarmi, non si tratta proprio di un schiscetta che si prepara in due minuti. Ma se avete un po’ di tempo e pazienza vi aiuterà a non perdere il clima di festa ovunque vi troviate.

I FREE FROM DELLA RICETTA

Questa mia idea per il pranzo di Natale senza lattosio, in realtà può contenere altri free from. Il glutine innanzitutto. Oltre ad essere una ricetta naturalmente lactose free, può essere anche gluten free. Nella mia foto vedete del pan grattato in superficie. Solo uno sfizio personale che può tranquillamente essere omesso, per questo non ve l’ho inserito neanche fra gli ingredienti.

Può essere una ricetta perfetta per chi non tollera conservanti, additivi, o soffre di allergie specifiche. No c’è pesce, soia, ancora non ci sono uova o latte.

Solo ingredienti freschi, da acquistare rigorosamente da rivenditori di fiducia per essere certi della loro genuinità  e via.

Certo non si tratta di un piatto vegetariano o vegano, per questa volta mi perdonatemi. Ma di Free From ne ha davvero parecchi.

Voi, invece, cosa avete preparato per il vostro pranzo di Natale senza lattosio?

Ah, cosa importante, se volete conoscere tutte le ricette preparare per l’occasione dalle altre blogger dell’Aili, non dovete fare altro che seguire questo link.

Non mi resta, a questo punto, che augurarvi un “Buon” Natale senza rinunce.