Biologico, Caseari, Città, Glutine, Lavoro, Lombardia, Uova, Vegano, Veneto

MILANO: WEEK-END DI LAVORO FREE FROM

Milano

Prima ancora di arrivare a Milano, una delle esperienze più imbarazzanti da quando ho scoperto le mie intolleranze alimentari è stata durante una pausa pranzo di un importante workshop di lavoro, a Bruxelles.

La mia goffaggine, tristezza, oltre che fame atavica, dinanzi a quel buffet pieno di manicaretti assolutamente proibitivi per me si tagliava a fette. Per non parlare della successiva resistenza ad affrontare qualsiasi missione di lavoro, accampando le scuse più assurde, semplicemente per evitare l’imbarazzo della famosa “pausa pranzo”.

Strano ma vero, il cibo ha un ruolo fondamentale nelle relazioni sociali…e non solo.

Chiusa questa deprimente parentesi, ora vi racconto del mio ultimo gradevolissimo viaggio di lavoro a Milano.

Come già ho fatto altre volte, anche in questo caso mi sono organizzata per tempo, tracciando la mappa dei percorsi, dando un’occhiata alla stazione ed all’aeroporto, dove poter fare l’happy hour, dove una sana cena, e così via. Tra una mail a quel ristorante ed un messenger a quel pub sono riuscita ad evidenziare tutti i punti di interesse free from che avrei potuto raggiungere con minimo sforzo e massimo risultato, ed il risultato c’è stato.

Il tutto si è svolto fra Porta Romana, Corso Italia e Corso Buenos Aires, non distante quindi dal centro di Milano.

Vista la giornata impegnativa mi sono sparata una doppia colazione.

La prima in un baretto sotto casa dell’amica che mi ospitava, apparentemente insignificante, in realtà storico in quella zona e, per gli appassionati degli U2, un vero e proprio museo. Ebbene sì, se siete viaggiatori free from appassionati di U2 vi farà piacere sapere che a Milano, in via Orti, potrete gustarvi un bell’espressino senza lattosio al bar Vertigo interamente dedicato alla rock band, con pezzi più unici che rari da ammirare.

Milano_1 Milano_2

Secondo step: il GluFree Bakery, un vero paradiso per il celiaco e anche per chi è intollerante al lattosio. Dal dolce al salato, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Milano_3 Milano_4

Milano_5

Milano_7

Milano_6

Eccoci finalmente alla famosa pausa pranzo, dopo una mattinata a dir poco entusiasmante, in mezzo a tanta bella gente e tante nozioni più che interessanti.

Non ho disdegnato, questa volta, di prendere in mano la situazione e condividere con chi ho avuto il piacere di intavolare lunghe conversazioni di viaggio, questa esperienza tutta Bio alla Bio Pizzeria.

Pizza leggera, digeribilissima, fatta solo con ingredienti naturali ed assolutamente biologici, integrale per chi la preferisce, e senza lievito per chi ne deve fare a meno (solo alla sera però).

Milano_8

Happy hour di lavoro, non tanto free from, questa volta e…. cena al Bio Bistrot, un localino molto intimo in una strada ricca di ristoranti anche bio e free from, proprio a due passi da Corso Buenos Aires: avrete l’imbarazzo della scelta anche qui.

Purtroppo venivo da un ricco aperitivo, per cui la cena è stata abbastanza leggera:

bruschette con humus di ceci

Milano_9

sformatino di ceci e verdure

Milano_10

torta di mele

Milano_12

Per la mia pazientissima amica, più o meno uguale:

tortino di zucca

Milano_11

torta di carote e zenzero

Milano_13

Tutto rigorosamente vegan, biologico e completamente senza lattosio.

Se arriverete più affamati di noi, c’è comunque un’ampia scelta di portate sia vegan che gluten free, per cui è assolutamente promosso come ristorante free from.

Chiudo l’articolo mostrandovi quella che per me è stata la sorpresa delle sorprese: i biscottini offerti da Alitalia senza alcuna traccia di latte: finalmente anche io avrò qualcosa da mangiare a bordo.

Milano_14

Che dire, infondo, più che un week-end di lavoro è stato un week-end di piacere e buona cucina free from.

E voi? Che mi dite delle vostre missioni da intolleranti?