EUROPA, Malta

MALTA VIDEO PARTE TRE: LA VALLETTA, SLIEMA E ST. JULIAN’S BAY

La Valletta

Questa volta vi ho davvero tartassati, lo so, ma è l’ultimo, promesso. Mi piaceva l’idea di mostrarvi tutto gli angoli che ho visitato senza propinarvi video infiniti. Questa terza, ed ultima, parte del mio viaggio a Malta si chiude con i grandi classici: La Valletta, capitale dell’isola, e le mondanissime Sliema e St. Julian Bay.

La Valletta

Non vi ammorberò con tutti i must da visitare a La Valletta. Su internet c’è materiale a sufficienza da riempirci un itinerario lungo una settimana. Siamo nella capitale ed è normale che, a livello storico e culturale, ci sia la maggiore concentrazione di attrattive. Sarò sincera, non rientra fra i luoghi dell’isola che mi hanno affascinata di più. Credo che in giro per l’arcipelago ci siano zone più cariche di storia e bellezze naturali.

Sarà perché l’ho relegata alla fine del mio viaggio, nonostante ci abbia alloggiato, sarà perché vi ho dedicato poco tempo, ma non mi ha emozionata particolarmente. Non più di altri posti già mostrati nei miei articoli precedenti.

In ogni caso, nella mia due giorni, son riuscita a cogliere abbastanza. Il posto migliore de La Valletta, almeno dal mio punto di vista, sono gli Upper Barakka Garden. A pochissimi passi da Casa Asti, il mio alloggio, ho amato trascorrerci tutto il tempo possibile. A qualsiasi ora del giorno e della sera, questi splendidi giardini non vi deluderanno mai. Dall’alba al tramonto, con le loro aiuole e la splendida veranda sul Grand Harbour, non c’è nulla da spiegare, vanno solo vissuti.

Immancabile la visita alla Cattedrale di San Giovanni. Con le sue otto cappelle, una per ogni lingua dei Cavalieri, può davvero tener testa alla Basilica di San Pietro, a Roma, in quanto a ricchezza decorativa e splendore. Ecco, forse siamo ancora lontani dalla magnificenza romana, ma si difende molto bene. Poi, vorrete mica perdervi il Caravaggio conservato nell’Oratorio?

Di tutti i musei presenti a La Valletta, infine, ne ho scelto solo uno, che è una vera chicca. Casa Rocca Piccola è una casa museo ancora abitata dai proprietari e, a farvi da guida, potrebbe capitarvi il signor De Piro in persona. Almeno io ho avuto questa gran fortuna.

Diversi, poi,  i ristoranti testati qui a La Valletta: dai grandi classici, al vegan, fino ai posti più stravaganti e originali. Vi racconterò tutto nei post.

Sliema e st. Julian Bay

Queste due località si leggono tutto d’un fiato. Sono contigue e non vi accorgerete dove finisce una e inizia l’altra.

Sono la parte più mondana e modaiola dell’isola di Malta. Lungomare quasi integralmente occupato da hotel e ristoranti, stabilimenti balneari, e negozi con tutte le firme possibili e immaginabili.

C’è, però, un volto di Sliema che ho cercato di catturare con tutte le mie forze, senza riuscirci a pieno, ed è quello della Street Art.

Anche sul piano food, qui, c’è la più alta concentrazione di proposte più innovative ed al passo con le mode gastronomiche del momento. Mode a parte, è un sollievo anche per noi esigenti alimentari speciali. Nel mio racconto ve ne mostrerò appena due, sufficienti, però, a colmare il vostro appetito, almeno per una giornata.

Non vi anticipo più nulla. Gustatevi il video, iscrivetevi al mio canale youtube, se ne avete voglia, e il resto ve lo racconterò nei prossimi giorni.

Il video editor, ormai, lo conoscete: Vito Monopoli.