CAMPANIA, Città, Cultura

LUNGOMARE DI NAPOLI: UNA CARTOLINA VIVENTE

lungomare

Dopo tante ore di fila e tanti musei visitati, questo potrebbe essere il modo migliore per concludere il viaggio a Napoli: una passeggiata rilassante sul lungomare.

Probabilmente vi troverete ad attraversare una delle vie più affascinanti della città e di tutta Italia.

Il lungomare di Napoli si estende per circa 3 Km e costeggia, per buona parte, quella che in passato era la spiaggia dei napoletani. Esso collega la zona del porto al promontorio di Posillipo, ed è animata da numerose attività ristorative.

lungomare_napoli_11

Noi abbiamo intrapreso la passeggiata partendo dalla Villa Comunale, in via Caracciolo. Siamo ai piedi della zona di Chiaia, meglio, di quella che era la Riviera. È proprio qui, che fino all’Ottocento, i napoletani trascorrevano le loro giornate al mare. Quest’ultimo, infatti, lambiva le coste fino a ridosso dei palazzi.

Questa zona fu, poi, resa fruibile in altra maniera. Venne posta una scogliera, in modo da ricavare spazio sufficiente per realizzare una strada adibita al traffico delle auto. Evidentemente, già allora, ne erano in gran numero. Ma i napoletani non si sono arresi. Non hanno mai smesso di frequentare questa zona, per non perdere il contatto con il mare e con la splendida vista. Per questa ragione, parte della via venne poi chiusa al traffico e riservata ad area pedonale. Così la Riviera di Chiaia si è trasformata nel Lungomare Liberato.

lungomare_napoli_1

La vista è eccezionale. Dimenticherete ogni stanchezza e frenesia e sarete immersi nelle luci di una delle vie più romantiche della città.

Io ci sono capitata al tramonto e con queste immagini cerco di rendervi solo l’idea di uno spettacolo che non può essere descritto in altro modo.

lungomare_napoli_9

Risalendo la strada, dirigendovi verso via Partenope, avrete alla vostra destra tutta la bellezza del Golfo di Napoli. Dal promontorio di Posillipo, fino al Vesuvio. Poi anche l’isola di Capri ed il più noto Castel dell’Ovo, edificato proprio lì dove, in origine, spiaggiò Partenope. Una sirena bellissima dalla voce suadente, perdutamente innamorata di Ulisse, che, purtroppo, la rifiutò. Forse fu un bene per i napoletani e per tutto il mondo. Dal luogo in cui fu sepolta la sirena, l’isolotto di Megaride, ebbe origine la città partenopea.

lungomare_napoli_10

Secondo la leggenda, il Castello prenderebbe il nome dall’uovo posto da Virgilio. Un uovo che in sé doveva racchiudere tutte le sorti della città. Sicché, se mai si fosse verificata una sola, piccola crepa, sul suo guscio, allora si sarebbero abbattute gravi catastrofi sulla città Partenopea.

lungomare_napoli_5

In quest’area si trova il Borgo dei Marinai. Un altro scorcio suggestivo del lungomare. Un piccolo porticciolo, estremamente pittoresco, animato da bar e locali specializzati in piatti a base di pesce.

lungomare_napoli_8

lungomare_napoli_12

Il lungomare di Napoli, però, non è solo paesaggio e poesia. È anche movida e divertimento. Dai ristoranti e pizzerie fronte mare, una fra tutte quella del famoso Sorbillo, fino agli hotel di lusso di via Nazario Sauro.

lungomare_napoli_7

lungomare_napoli_4

Il fulcro della vita rilassata dei napoletani e degli eventi più rinomati, dal Capodanno alle più note competizioni su barca a vela.

Non andate via da Napoli senza aver speso un po’ del vostro tempo lungo queste vie. Ne uscirete rigenerati e ricolmi di bellezza. Gli scatti più incantevoli li catturerete qui, a qualsiasi ora del giorno riusciate a passarci. Perché dal mare ebbe origine Napoli ed al mare rimarrà sempre legata.