Città, Cultura, TOSCANA

LUCCA: UNA CITTA’ TOSCANA TUTTA DA SCOPRIRE

città

Oggi vi porto a fare una bella passeggiata all’interno delle mura di Lucca, una città tutta da scoprire.

Ho sempre pensato che fosse una città molto affascinante e dall’elevato valore artistico. Vederla non ha fatto altro che confermare le mie ipotesi.

Al di là dei monumenti da ammirare, qualcuno ve lo mostrerò a breve, Lucca è una città che merita di essere attraversata in lungo e largo. Mi sto riferendo al suo centro storico, ovviamente. Questa è la parte che ho visitato e quella più attrattiva per i turisti.

Sicuramente ci troviamo all’interno di una città con una storia molto antica. Almeno fino all’epoca Romana ci arriviamo, ma ci sono tracce che ne fanno ipotizzare un’origine ancora più lontana.

Siamo nella città che, come poche in Europa, conserva la cinta muraria Cinquecentesca, ancora intatta. Solo per vedere quest’ultima, bisognerebbe farsi una passeggiata nel centro storico. Noi ci abbiamo addirittura consumato un pranzo free from.

Partiamo dal luogo d’interesse lucchese per eccellenza: Piazza dell’Anfiteatro.

Ve lo ricordate questo spot, di non so più quanti anni fa?

Ai più, almeno a tutti coloro che Lucca non l’avessero ancora visitata, questo spot ha fatto diventare questa piazza più famosa di quanto già non lo fosse.

Che poi a vederla ci si potrebbe chiedere: “E l’Anfiteatro Romano, dov’é?“. Sotto. Questa piazza è stata anticamente costruita su quello che era l’Anfiteatro Romano. A ricordarcelo c’è la sua forma ellittica. Nel Medioevo era luogo di riunioni cittadine. Quelle in cui gli abitanti venivano a parlare e confrontarsi. Oggi non è cambiata molto la sua “destinazione d’uso”, è un luogo in cui a riunirsi sono i turisti. Che sia per il famoso scatto panoramico o a 360°, che sia per dare un’occhiata ai negozietti che in essa si affacciano, è rimasto comunque un luogo di forte richiamo. Sicuramente quello che tira di più in città.

città_lucca_1

Noi non ci siamo fatti mancare una visitina, e qualche spuntino free from, di cui vi ho già parlato.

Per poter accedere ad essa, potrete scegliere una delle quattro porte a volta, da cui passare.

città_lucca_2

Una curiosità? Proprio al centro della piazza c’è una croce incisa su una mattonella, ad indicare il punto di intersezione delle quattro porte di cui sopra.

Volete vedere? No, cercatela. Di esserci c’è e comunque al centro della pizza ci arriverete comunque, per il famoso scatto panoramico.

Lucca è una città tranquilla, piena di chiese, campanili, ognuna di essa merita uno scatto.

città_lucca_3

città_lucca_9

Da visitare in modo più accurato c’è sicuramente il Duomo: Cattedrale di San Martino.

Che è il Duomo lo capirete subito, ha tutta la maestosità della chiesa principale di una città.

città_lucca_5

Lo stile è principalmente romanico, sia esternamente che internamente. In realtà questo stile lo ritroverete anche in altre chiese della città. Ne rimarrete comunque incantati. E’ una chiesa che si fa ammirare, sia fuori che dentro. Che ne dite? Valutate un po’ voi.

città_lucca_6 città_lucca_8

Altra piccola caccia al tesoro? Sì, dai. Su una pietra del complesso esterno (chiesa, campanile) è inciso un labirinto, affiancato da una un’iscrizione che richiama il mito di Teseo e Arianna. Cercate, cercate. Mica è l’unico in Europa. Che sia affresco o incisione, ne sono stati rinvenuti altri, in altre chiese francesi. A voi scoprire anche queste e perché.

Sicuramente Lucca non si esaurisce nei due monumenti che vi ho mostrato, si potrebbero consumare giornate intere a scoprirne ogni angolo. Da una torre con un giardino pensile, alla casa museo del compositore Giacomo Puccini, sarete molto combattuti sull’itinerario da seguire. Specie se il tempo a vostra disposizione è molto limitato, come lo è stato il mio.

città_lucca_4

Numerosi sono anche gli eventi che si svolgono in questa città. Io ad esempio sono capitata proprio durante il Lucca Summer Festival. Un evento musicale, che vede l’esibizione, in Piazza Napoleone, di numerosi artisti di fama nazionale ed internazionale.

Nel mio giro in notturna, era in corso il concerto di Neil Young, sempre ad esempio.

Se poi proprio non siete sazi di ammirare il bel Duomo di San Martino, facciamo che vi conduco in un ristorantino proprio dietro l’angolo, proprio sulle Mura, e che vi preparerà dei buoni manicaretti free from.

Questo ve lo mostro nel prossimo articolo, però. Intanto ditemi le cacce al tesoro come sono andate.

A presto.