Chi soffre di intolleranze o allergie alimentari, spesso, ha difficoltà a consumare pasti che siano liberi dagli allergeni che dovrebbe evitare.

Che si tratti di celiachia, intolleranza al lattosio, ai lieviti, o semplicemente ai conservanti, bisogna sapere dove andare e cosa ordinare, o acquistare, quando desideriamo consumare un pasto fuori casa.

Più di tutto, fa sempre comodo sapere se entrando in un locale e comunicando questa o quella allergia, si corre il rischio di essere cacciati via o si viene accolti a braccia aperte. Ancora di più torna utile sapere se, scegliendo un ristorante, è opportuno avvertire delle proprie esigenze al momento della prenotazione o si può tranquillamente gustare un pasto, anche decidendo all’ultimo minuto dove andare.

Sono tutte questioni con cui noi intolleranti ci dobbiamo misurare molto spesso, se non tutti i giorni.

In questa pagina ho organizzato tutte le mie esperienze enogastronomiche (fuori porta) in base alla tipologia di allergene/i di cui sono prive, in modo da dare la possibilità ai miei lettori diversamente tolleranti di scegliere quale esperienza replicare e quale no.

Vegan_giuditta_4

Fermo restando che non sono una nutrizionista, una biologa e ancor meno una chef, gli allergeni che verranno menzionati negli articoli sono frutto di esplicite dichiarazioni all’interno dei menù, delle etichette o del personale di sala che mi ha seguito. Più di tutto, da intollerante, buona parte delle mie indicazioni saranno frutto della mia “non reazione” dopo aver gustato un certo piatto o alimento. In due parole saranno le mie esperienze dirette a parlare.

Specificato tutto ciò, non mi resta che augurarvi un buon pasto FREE FROM