EVENTI DEDICATI

LACTOSE FREE AL GLUTEN FREE EXPO, CON AILI ED ELLEFREE

Lactose Free

È l’ultimo articolo che dedico al Gluten Free Expo, promesso, anche se, più che sul gluten, è focalizzato sul lactose free.

Vi accennavo, in merito alla mia esperienza diretta al GF Expo, che, spesso, celiachia e intolleranza al latte vaccino vanno di pari passo.

La ragione alla base di questa coppia di fatto? Lo stato infiammatorio che entrambe inducono. Sicché, al di là delle condizioni intestinali procurate dalla celiachia, della verificata intolleranza, o meno, al lattosio, sarebbe opportuno ridurne il consumo a prescindere. Diciamo anche che sarebbe opportuno ridurlo per qualunque comune mortale che versi in condizioni infiammatorie. Ma questo lo lascio spiegare ad esperti nutrizionisti, semmai qualcuno di loro mi legga.

Che centra tutto questo ambaradan con il Gluten Free Expo? Ecco, a suggellare ciò che vi ho appena scritto ci sono stati due eventi che mi hanno particolarmente interessata.

Il primo di questi è stato la presentazione del Lactose Free Expo!

A novembre del prossimo anno, precisamente dal 18 al 21, si terrà, in contemporanea al Gluten Free Expo anche il Lactose Free Expo. A comandare, giusto per utilizzare termini attuali, non solo il senza glutine, ma anche il senza lattosio.

lactose_free_6

A dircelo sono stati gli esponenti dell’Associazione Italiana Latto-Intolleranti, in breve AILI. Ad occuparsi dell’organizzazione sarà la Exmedia, società di Italian Exhibition Group, la medesima che cura l’evento GF Expo.  L’ufficialità della notizia si è avuta proprio nel corso del GF Expo, in un momento dedicato presso l’Agorà, ed ha visto testimoni anche Juri Piceni, AD di Exmedia, e Fabiana Corami, donna e madre, celiaca e intollerante al latte vaccino, prima ancora che biologa e ricercatrice in rappresentanza di Gluten Free Travel & Living. Tutti portali che, apro parentesi, insieme a quello di Tiziana Colombo (Nonnnapaperina), vi invito a scoprire, per la qualità dei suggerimenti rivolti a noi, speciali esigenti alimentari.

Lactose Free

Ma, la forte presenza del lactose free, al GF Expo, non è finita qui.

Ben più importante l’evento che si è tenuto il 21 novembre scorso: la presentazione del Marchio LFree.

lactose_free_1

Sempre a cura dell’associazione AILI e della società ELLEFREE, questa volta, sono stati elaborati e messi a punto due marchi collettivi. Il marchio Lactose Free certificherà tutti quei prodotti non contenti lattosio. Il marchio Milk Free, invece, tutti quei prodotti non contenenti lattosio, latte e derivati.

Doveroso precisare che questi marchi si rivolgono principalmente agli INTOLLERANTI. Ben diverso il discorso per gli ALLERGICI, per cui, questi marchi, non offrono alcuna garanzia.

lactose_free_4

lactose_free_3

Perché dobbiamo esser contenti noi intolleranti ai caseari? Sicuramente perché ci dà più sicurezza. Poi perché è più riconoscibile. Ancora, perché esiste un soggetto certificatore che applica un rigido disciplinare ad alto valore tecnologico. In due parole, sarà più semplice, chiaro e riconoscibile, in questo modo, un alimento senza lattosio.

Non solo, per noi amanti di viaggi, il marchio sarà valido, oltre che in Italia, anche in altri Paesi. Quali? U.S.A., Cina, San Marino, Norvegia, Giappone, Svizzera e la mia amata Australia.

Finisce qui?

No, un’ultima cosa. Sempre Ellefree ed AILI, un po’ come l’AIC per la celiachia, stanno portando avanti un progetto legato all’alimentazione fuori casa. In particolare, questo prende il nome di “Senza Lattosio Fuori Casa“.

lactose_free_2

Devo spiegarvi cosa certifica e perché? Credo possiate intuirlo. Lì dove troverete la vetrofania LFree, facente riferimento a questo circuito, allora vorrà dire che il ristorante, B&B, pizzeria, pub e chi più ne ha più ne metta, offre servizi e proposte sicure anche sul piano lactose free.

Direi che con questo possiamo andarcene a dormire tutti felici e contenti.

Al di là dell’enfasi con cui vi ho raccontato tutto, non credo di dover aggiungere altro per manifestare la mia soddisfazione. Non mi resta che consultare l’elenco dei locali certificati e sentire un po’ se, oltre alla sicurezza, questi prodotti saranno anche gustosi.

Chiaramente, tutti coloro che volessero approfondire l’argomento possono consultare il sito ufficiale dell’AILI.

Per quest’anno chiudo con la rassegna GF Expo e, chi lo sa, magari l’anno prossimo vi racconterò la mia presenza in fiera con occhi più esperti di oggi.

A presto.