Borghi, Mare, Puglia

GARGANO: CALORE E COLORI DI UNA TERRA

gargano

Dopo tanta collina, cultura e città ci concediamo finalmente del sano mare e relax. Sto per parlarvi, in questo e nei prossimi articoli, della parte più affascinante del Gargano: quella in cui la rigogliosissima Foresta Umbra si getta a capofitto nel mare.

Garnano_foresta

Una tre giorni, quella appena trascorsa, dedicata alla cultura popolare, all’artigianato tipico ed al buonissimo cibo pugliese, ovviamente, free from.

Di base ho alloggiato a Rodi Garganico, ma non ho disdegnato una capatina anche a Vico del Gargano e Peschici.

Rodi è un paesino di quasi 4000 anime, che si staglia nel Parco Nazionale del Gargano e abbraccia la sua fetta di Mare Adriatico, con il suggestivo porto turistico.

Gargano_Rodi

Di caratteristico in questo borgo c’è davvero tanto, almeno per chi ama il genere.

Ci sono i tortuosi e stretti vicoli del centro storico, quelli che, pur proteggendo dal gelido vento invernale, non rinunciano al loro scorcio di mare.

Gargano_vicoli

C’è la passeggiata sulla terrazza fuori dalle mura, quella da cui puoi quasi toccare con mano la limpidezza dell’acqua garganica.

gargano_terrazza

Ci sono i ristoranti e le osterie in cui è d’obbligo consumare i piatti a base di pesce.

C’è la sacralità delle tradizioni di paese, che raggiungono il loro apice nella festa patronale dedicata alla Madonna della Libera.

gargano_libera

Ed infine, non certo per importanza, c’è il calore, o per meglio dire il colore della gente che ci vive.

Per me, tutto questo calore, ha avuto un volto ed un nome, anzi due: Pina e Vincenzo. Loro sono stati il valore aggiunto alla mia vacanza.

Questa, dire simpatica è dir poco, coppia locale è stata l’esempio dell’accoglienza e dell’ospitalità, in quel di Rodi.

Insieme gestiscono il B&B in cui ho alloggiato: Edificio 15 House Elite.

gargano_elite

La ragione per cui ho scelto questo B&B è stata sicuramente il rapporto qualità prezzo. Per meglio dire, è stata il rapporto servizi offerti – prezzo. Oltre al pernotto ed alla colazione, incluso nel prezzo, c’è stato anche il parcheggio custodito, ombrellone e lettini in spiaggia, servizio navetta da e per il parcheggio.

gargano_B_B gargano_elite_b_b

 

 

Gargano_bE’ stata in quest’ultima occasione che abbiamo conosciuto la prima chicca locale: Vincenzo. Lui è per così dire l’autista del B&B, quello che scarrozza gli ospiti dal parcheggio del Porto fino all’alloggio, in pieno centro storico. Vi sconsiglio di farvela a piedi, perché già è una bella impresa a mani libere, figurarsi con le valigie.

Gargano_belvedere

Lui ci ha guidati al posto auto a noi riservato, ci ha aiutati a caricare i bagagli sulla golf car e via, su verso il centro.

Nel breve tratto a bordo del veicolo (chi ci era mai salito su una golf car!!), ci ha intrattenuti con i suoi racconti di paese ed i consigli sul posto. Ovviamente, ha salutato per nome chiunque incrociasse per strada.

All’arrivo abbiamo conosciuto la seconda chicca: sua moglie Pina.

Accolta da un “Bella mia, tu sei quella che non può mangiare il latte, ho lavorato per te fino a questo momento, vedrai domani cosa ti farò trovare! Intanto andate in camera, vi ho acceso l’aria, così la trovate bella fresca, fosse mai che si dica che non coccolo gli ospiti”. Accesso l’aria sta per acceso il climatizzatore. Chi oserà mai dire che non coccola gli ospiti? Impossibile! Lei si prenderà cura di tutti e di tutto.

La colazione in questo B&B è una vera e propria esperienza. Scordatevi il clima composto e ingessato di un hotel di lusso. Scordatevi anche la distaccata cortesia di una qualunque struttura ricettiva. Scordatemi persino della tranquillità di una colazione in camera. Qui verrete travolti dalle risate, i baci, gli abbracci, i complimenti, i fiumi di parole della signora Pina. Impossibile resistere! Come vi sarà impossibile resistere ai suoi manicaretti.

gargano_colazione

La colazione è varia ma non illimitata. C’è quanto basta per soddisfare chi desidera il dolce e chi desidera il salato. Ma, ma… dimenticatevi anche di trovare i soliti salumi e formaggi. Qui la colazione internazionale è tutta locale.

Per chi ama il salato, ci saranno delle ottime focacce appena sfornate, bianche o al pomodoro, ma ciò che più vi consiglio è il pane condito. Fettone di pane di montagna, rigorosamente fatto con lievito madre, condite con pomodoro, sale ed una “croce” d’olio extravergine d’oliva.

gargano_pane_pomodoro

Ora, posto che io dovrei evitarlo il pomodoro crudo, chi ce l’ha fatta?!

Certo è che ci troviamo di fronte a proposte rigorosamente senza lattosio, senza caseina, senza conservanti, senza uova.

Per gli amanti del dolce? Qui senza lattosio non c’è molto, fatta eccezione per il pane casereccio con marmellata, miele, o qualsiasi cosa lactose free vogliate spalmarci sopra. I cornetti che Pina vi offrirà sono quelli tradizionali, così come la crostata fatta con le sue sapienti manine.

gargano_cornetti

Un consiglio spassionato: se non siete allergici nè intolleranti gravi, ed uno strappo potete concedervelo, non rinunciate ad una fettina della sua crostata. Non credo ne assaggerete una simile altrove.

gargano_crostata

Chiudo velocemente questo rapido excursus introduttivo. Nei prossimi post vi parlerò di tutto con più calma. Credo di aver scritto già tanto, ma credetemi, non bastano parole a descrivere la bellezza di questi posti ed il calore della sua gente.

Spero di avervi dato almeno un piccolo assaggio.

A presto!