Caseari, Città, EUROPA, Lieviti, REPUBBLICA CECA, Sapori Free From, Uova, Vegano

ESTRELLA: LA STELLA VEGETARIANA A PRAGA

estrella

Estrella in spagnolo vuol dire stella. Questo ci tengono a precisarlo anche sul loro sito internet.

Di cosa sto parlando? Un ristorante, ovviamente.

Siamo a poca distanza dalla Casa Danzante di Praga, quella struttura che ci ricorda tanto due ballerini.

Estrella è un ristorante vegetariano che si definisce la stella veg di Praga. Modesti! In realtà, più che definirsi, ambiscono ad esserlo.

estrella

Dovrete un po’ sforzarvi per trovarlo, non è proprio lungo una via turistica e non ci passerete spontaneamente. Impostate su Maps il nome del locale e seguite le indicazioni.

Anzi, passeggiando per arrivare alla meta, sarete anche molto tentati a fermarvi qui, nel pub storico di Praga.

estrella_praga_1

Noi abbiamo desistito e siamo andati dritti alla meta.

Ecco il posto è modesto. Abbastanza piccolo e senza infamia né lode, non saprei in che altro modo definirlo. Nessuna pretesa nell’arredo, quasi stavo per fare marcia indietro appena entrata. Poi però mi son detta “Paola, dai, non fermarti all’apparenza, vediamo cosa ci offre“.

Non fraintendetemi, non sto dicendo che sia brutto, anzi. Molto, molto casalingo come posto. Ben diverso dai locali e ristoranti visitati fin’ora.

Vi mostro qualche scatto.

estrella_praga_6

In realtà anche il menù è stato molto modesto. Ragione in più per girare i tacchi e andare al pub storico. Ma no, dai.

Poche proposte nel menù, diciamo un paio per ogni portata. Loro lo definiscono variabile in base alle stagioni. E fanno bene. In effetti non vi viene proprio da pensare che sia un menù fisso, il loro. Stampato su un foglio svolazzante, si intuisce l’esatto contrario: cambiano proposte tutti i giorni.

Non prendetemi in giro, ma quando la scelta è limitata ci metto sempre tantissimo tempo a decidere.

Sicché dopo lunga riflessione, l’ardua scelta è stata la seguente.

Zuppa di barbabietola. In teoria doveva esserci anche del formaggio ad insaporire il tutto, ma, come sapete, sono intollerante ai caseari e ho specificato il mio problema. Loro sono stati molto attenti e premurosi e mi hanno eliminato il cheese.

estrella_praga_8

Gustosa, comunque. Leggera e gustosa. Non l’avrei detto. Quando molto tempo fa ho consumato, in un altro locale, un centrifugato a base di barbabietola rossa lo stavo per sputare, perché non sapeva di nulla. Qui, invece è stato davvero gustoso. Essendo zuppa, gli intolleranti a lattosio, caseina, uova, e tutto il resto possono star tranquilli. Questo è uno di quei piatti non piatti che hanno il gusto, ma non hanno molti degli allergeni più diffusi.

Tocco di consistenza al pranzo e crêpe di spinaci con melanzane e pomodoro secco. Avete ragione, una minestra già assaggiata al Maitrea, ma qui aveva un non so che di più delicato. Forse meno pomodori secchi, forse melanzane cotte in un altro modo, non so, ma è stato saporito e delicato al tempo stesso. Anche qui niente lattosio, niente caseina e niente uova. Un piatto anche senza lieviti. Nichel e istamina a go go, invece.

estrella_praga_5

Vi mostro anche la portata consumata mio ragazzo.

Semplicemente panzanella. Pane raffermo bagnato, cetrioli, pomodori, olive e cipolla rossa. Altro che ceco, questo è un piatto italianissimo. Una piccola stella italiana a Praga? No, non esageriamo.

estrella_praga_3

A detta sua (troppa istamina per assaggiarlo direttamente) è stato molto buono, soddisfacente e leggero. Vi dovrò mica spiegare la panzanella, ora? Il gusto lo conoscete. A meno che non abbiate problemi con gli ingredienti specifici o con nichel e istamina, come me, andate sicuri. È sicuramente un piatto fresco, genuino, estivo. Magari non tipico, ma ce lo possiamo concedere.

Questo il pranzo all’Estrella.

Se ve lo consiglio? Beh, infondo un posto tranquillo, lontano dalla calca, in cui si mangia bene, si spende poco e ci si sente a casa. Non siamo nella liturgia di un ristorante in pompa magna, ma se siete da queste parti e volete andare sul sicuro, allora ve lo consiglio.

Se poi ci dovete venire apposta, beh, ve ne ho già suggeriti molti altri in giro per la città. E non finisce qui.

Alla prossima.