Il viaggio vuol dire prima di tutto esperienza. Cosa fare, dove andare, con chi andarci, sono tutte variabili che possono condizionare il ricordo che ci porteremo dentro, di ogni trasferta.

Viaggiare vuol dire, spesso, superare i propri limiti, i propri orizzonti e le proprie paure.

Cosa Fare Travel Free From

Tutto ciò che è lontano e sconosciuto crea timori e resistenze, ci mette in discussione.

Se partiamo soli, ci aiuterà a costruire la nostra indipendenza, il nostro senso di libertà. Impareremo a muoverci senza l’aiuto di nessuno, non di persone con cui condividiamo la nostra quotidianità. Ma questo ci darà l’opportunità di assorbire i luoghi, incontrare volti nuovi, ascoltare e osservare senza distrazioni. Ci darà, ancora, la possibilità di diventare permeabili come spugne e lasciare che ogni esperienza invada la nostra mente e le nostre emozioni. Ci appagherà e ci farà tornare a casa con un bagaglio di crescita che nessun’altra scuola potrà offrici.

Condividere il viaggio con qualcuno, che sia un amico, un parente, un amore o semplicemente un compagno d’avventura, ci svelerà la solidità di un rapporto. Nessuna delle mie relazioni più importanti è stato risparmiata da questa “prova”. I piccoli e grandi disagi, la gioia, le bellezze, gli imprevisti, tutto contribuirà a pesare la capacità di misurarsi con l’altro.

Ecco allora, che decidere cosa fare durante un viaggio assume un ruolo fondamentale.

Imparare. Parlare una nuova lingua, cucinare un nuovo piatto, praticare un nuovo sport, nuovi luoghi e saperi.

Scoprire. L’immensità e i fondali dell’Oceano, il verde rigoglioso di un sentiero di montagna, i panneggi di un dipinto, le facciate di un borgo, la tranquillità di un giardino.

Assaporare. Profumi, gusti, suoni e bellezze.

Cosa fare racchiude le mie esperienze di viaggio. Cosa ho fatto, cosa ho imparato di nuovo, cosa ho sperimentato per la prima volta. Ancora, cosa mi ha stupita, delusa, soddisfatta o fatta scappare.

Dal trekking al percorso benessere, passando per chiese, musei, spiagge e masserie. Per me viaggiare è sinonimo di cosa fare.

Per questa ragione, accanto ai luoghi, ai piatti, ai prodotti e al Free From, non posso risparmiare tutte le mie attività fuori porta. Ogni elemento contribuisce a rendere l’esperienza completa.

In questa sezione troverete, quindi, racconti e, non me ne vogliano i veri reporter, piccoli reportage di viaggio su cosa ci sia da fare di interessante nei diversi luoghi che visito.

Chi invece vorrà andare dritto al sodo, potrà trovare tutte le mie recensioni su locali, menù o semplici pietanze “senza”, nella sezione LIBERI DA.

Il resto lo lascio scoprire a voi, sfogliando il mio diario.