LUNCH BOX, SENZA LATTE

CIOCCOLATA CALDA SENZA LATTE CON ZENZERO E CANNELLA

Cioccolata calda senza latte - Travel Free From

Con la cioccolata calda senza latte spostiamo l’attenzione su una possibile merenda da consumare in ufficio o seduti alla scrivania dinanzi al nostro pc.

Negli articoli precedenti abbiamo pensato alla nostra lunch box per il pranzo, con il panino integrale all’uvetta e il panino vegetariano alla zucca.

Oggi è venerdì, mancano 24 giorni a Natale e vogliamo coccolarci un po’, perché siamo stanchi della settimana, e iniziare a proiettarci verso il relax del week-end.

Così vi presento la mia cioccolata calda senza latte con zenzero, cannella e sorpresa croccante.

Sì, direi che per l’apporto calorico che ha, forse è più di una merenda, specialmente nel mio caso che ci ho aggiunto anche della granola. Però di tanto in tanto uno strappo alla regola si può fare.

Vediamo subito che cosa contiene questa cioccolata calda senza latte. Non voglio rubarvi altro tempo con le premesse.

INGREDIENTI PER 4 TAZZE

  • 100 gr di cioccolato fondente senza latte
  • 2 cucchiai di zucchero di canna integrale semolato
  • 2 cucchiai di cacao amaro in polvere, meglio se senza aromi
  • 100 ml d’acqua
  • q.b. cannella in polvere e succo di zenzero
  • 1 stecca di cannella per la decorazione

Cioccolata calda senza latte ingredienti - Travel Free From

PROCEDIMENTO

Per preparare la cioccolata calda senza latte con cannella e zenzero seguite questi semplici passaggi.

Cioccolata calda senza latte miscela - Travel Free From

  1. Sciogliete a bagnomaria la tavoletta di cioccolato fondente da 100 gr.
  2. Grattugiate circa 30 gr di zenzero e premetelo in modo da ricavarne il succo.
  3. In un pentolino mescolate il cacao amaro con lo zucchero e un pizzico di cannella.
  4. In un altro pentolino portate ad ebollizione l’acqua con il succo di zenzero.
  5. Aggiungete al composto in polvere l’acqua a filo e mescolate con una frusta per non creare grumi. Riportate tutto sul fuoco e fate giungere ad ebollizione, mescolando continuamente per evitare che si attacchi.
  6. Aggiungete la cioccolata sciolta e mescolate fino a quando non avrà raggiunto la densità che desiderate.
  7. Servite in una tazza con la stecca di cannella.

Cioccolata calda senza latte in tazza - Travel Free From

Come avete visto in foto, ci ho anche aggiunto della granola sempre vegana, fatta con amaranto e miglio soffiati, mirtilli rossi, bacche di goji e tanto altro ancora. Se mi seguite sui canali social ve la presenterò meglio.

La cioccolata calda senza latte, può essere interpretata in mille modi. Certo non è stata una gran scoperta quella proposta. Si è trattato di un adattamento rispetto ad una ricetta letta su internet.

Se non avete della granola da aggiungere potreste berla anche così, nature, o aggiungendo mushmallow o della panna vegetale.

Trattandosi di una preparazione da scrivania più che da poltrona e camino, non mi darei alla pazza gioia, anche perché deve regnare sempre la praticità.

Nel mio caso la scrivania è proprio dietro l’angolo della cucina e non ho avuto problemi a prepararla così densa.

Cioccolata calda senza latte in ufficio - Travel Free From

Chi invece deve portarsela in ufficio, come mi è capitato in passato, può lasciarla più lenta aggiungendo altra acqua e conservarla in un piccolo termos, pronta all’occorrenza.

So quanto sia difficile trovarne una “senza” disponibile al bar o peggio ancora al distributore di bevande calde.

Per questa ragione non bisogna demoralizzarsi e prepararsela da se, la propria cioccolata calda senza latte.

Il gusto di quella che vi ho proposto, con cannella, zenzero e granola, è stato impareggiabile. Modestie a parte è stata goduriosa, avvolgente, fresca e profumata. La croccantezza della granola ha solo completato il tutto, dilatando la mia pausa di qualche minuto e facendomi gustare meglio questa merenda peccaminosa.

I FREE FROM DELLA RICETTA

Direi che vanno quasi da se, visti gli ingredienti.

La ciccolata calda senza latte è naturalmente vegana, perché non contiene derivati animali. Va bene per chi soffre di intolleranza al lattosio, perché abbiamo utilizzato l’acqua, e alle uova. Diversamente potreste pensare anche a del latte di mandorla o di riso, anche se in questi ultimi casi aggiusterei un po’ la dose dello zucchero vista la naturale dolcezza del latte vegetale. Potrebbe andar bene anche per chi è allergico alla soia, a patto che non sia contenuta negli ingredienti che utilizzate. Ad esempio, nel mio caso la soia era presente nella tavoletta di cioccolata fondente, se riuscite a trovarne una senza latte e soia, ancora meglio.

Nella versione senza granola manca anche la frutta a guscio, quindi via libera per chi ne è allergico.

Potrete prepararla senza glutine, stando bene attenti a utilizzare solo ingredienti con questa dicitura o certificati. Nel mio caso, ad esempio, non può essere considerata gluten free perché non era esplicitamente indicato sull’etichetta della cioccolata fondente.

Vietata invece per chi è allergico o intollerante al nichel ed anche all’istamina. Sì, lo so, neanche i dovrei consumarla e infatti ne ho bevuto la metà di quello che avete visto.

Diciamo solo che quando sono particolarmente disintossicata riesco a reggere il cioccolato fondente senza fastidiose conseguenze.

Che dite allora, vale la pena prepararci questa merenda da portare a lavoro?

La cioccolata calda senza latte è un grande classico e perché relegarla solo al week-end se possiamo portarcela dietro?

Se come me aggiungete anche la cannella e lo zenzero, sentirete un profumo ed un senso di freschezza che una cioccolata così intensa, da sola, non potrà mai darvi.

Ammetto, è stata la prima volta che l’ho provata così e credo che la riproverò appena possibile.

Voi fatemi sapere come l’avete preparata e con cosa l’avete abbinata.

Buon fine settimana ragazzi!