Città, Cultura, EUROPA, Religione, REPUBBLICA CECA

CATTEDRALE DI SAN VITO, DI SAN GIORGIO E BASILICA DI ST. GILES

cattedrale

Accanto agli edifici civili di una città, i custodi dei più bei tesori artistici sono rappresentati dagli edifici sacri. In questo Praga non è affatto da meno. C’è molto da visitare anche su questo versante. Per ora mi limiterò solo alle tre chiese che mi hanno particolarmente colpita: la Cattedrale di San Vito e la Basilica di San Giorgio nelle mura del Castello, e la Basilica di St. Giles, per dirla all’inglese.

La più monumentale, maestosa e mastodontica (viva gli aggettivi che iniziamo per M) è sicuramente la cattedrale di San Vito.

cattedrale_praga_1

Qualche scatto fugace è scappato anche negli scorsi articoli, ma in questo la vedremo meglio.

Appena raggiunta l’area del Castello sarà il primo a colpirvi per la sua ricchezza di dettagli e grandezza.

cattedrale_praga_11

cattedrale_praga_7

Chiaramente siamo dinanzi ad un edificio prettamente gotico, che più gotico di così non si può. Per chi avesse già visitato il Duomo di Milano e Notre Dame a Parigi, noterà molte similitudini.

cattedrale_praga_2

In realtà ben più antica è la storia di questa chiesa. Altre due costruzioni la precedettero, entrambe di stampo romano ed in anni diversi. Dobbiamo andare indietro fino a prima dell’anno Mille.

Abbastanza tribolata è stata la chiusura dei lavori. Dobbiamo arrivare fino a fine Ottocento per vederla, finalmente, terminata e come si presenta ora.

Internamente c’è proprio tanto da ammirare.

cattedrale_praga_3

Finestroni e Rosoni decorati, che alleggeriscono molto una struttura di per sé molto pesante, cupa, medievale. Il gioco di luci all’interno è fantastico.

cattedrale_praga_5

cattedrale_praga_6

cattedrale_praga_13

Non potrete fare a meno di passarle in rassegna tutte e soffermarvi su quella che viene fuori da una mano speciale: Alphonse Mucha.

cattedrale_praga_4

Questo importante esponente dell’Art Nouveau lo conoscete tutti senza saperlo. Almeno una volta avrete visto in TV, sui giornali, sui libri, uno dei suoi poster, che hanno portato l’arte nelle strade di Parigi e molte altre città. Anche lui ha posto la sua firma qui. Il bozzetto potrete ammirarlo nell’omonimo museo, sempre a Praga.

La grande cattedrale gotica è stata edificata per volontà di Re Carlo IV, il grande Imperatore. Numerose le incoronazioni ospitate, come anche le tombe reali.

Da vedere c’è davvero tanto, soprattutto la cripta reale e la cappella di San Venceslao, colui che ha voluto l’edificazione della seconda struttura in stile romano di questa chiesa e fra le prime strutture cristiane della Boemia.

cattedrale_praga_9

cattedrale_praga_10

cattedrale_praga_12

A proposito di quest’ultima, è qui che è sepolto lui. Dopo Re Carlo IV è, forse, uno dei personaggi che ha fatto la storia della città. La cappella è in stile romano e tutta la cattedrale è stata progettata per includere questa cappella. È anche qui che è custodita la sacra corona voluta da Carlo IV ed ora esposta nel Palazzo Reale vecchio.

cattedrale_praga_15

A proposito della Cattedrale, credo di avervi detto abbastanza, passiamo alla Basilica di San Giorgio.

cattedrale_praga_16

Siamo dinanzi alla chiesa romanica più antica di Boemia e di Praga, ovviamente.

Dedicata al martire San Giorgio, custodisce, invece, le spoglie della prima martire boema: Ludmilla di Boemia, appunto.

cattedrale_praga_18

cattedrale_praga_20

Merita senz’altro una visita, non solo perché inclusa nel ticket cumulativo, ma per il fascino tutto suo. Semplice, raccolta, quasi magica.

cattedrale_praga_17

cattedrale_praga_19

Molto rapidamente, infine, una chiesa visitata per una ragione precisa: un concerto di musica classica.

In realtà di concerti se ne fanno tanti nelle chiese storiche di Praga, ma qui c’è una ragione in più.

La Cattedrale di St. Giles, nel cuore di Praga, è stata una delle location della pellicola Amadeus di Milôs Forman.

cattedrale_praga_23

cattedrale_praga_25

Esternamente si presenta abbastanza essenziale, è l’interno che incanta. In stile barocco, non saprete dove guardare e quale dettaglio immortalare. Io qualcuno l’ho catturato prima del concerto.

cattedrale_praga_24

Occhio però, perché durante le funzioni religiose le fotografie sono bandite, ve lo scrivono chiaro e tondo.

cattedrale_praga_26

Per quanto riguarda il concerto: tre violini, un violoncello e l’immancabile organo. Credetemi ne vale la pena, probabilmente i soldi meglio spesi di tutto il viaggio a Praga. Se vi trovate da quelle parti, avete tempo fino al 28 settembre per approfittarne anche voi.

Vi lascio solo un assaggio, giudicate voi.

Il tour sacro di oggi è terminato. Continuate a seguirmi però, perché il viaggio a Praga è appena iniziato.

Alla prossima.