Biologico, Caseari, Città, EMILIA ROMAGNA, ITALIA, Lieviti

CARACOL: IL PIACERE DELLA LENTEZZA CON LA PASTA MADRE

Caracol

Caracol, che in spagnolo sta per lumaca, simbolo per eccellenza di lentezza. Caracol, che a Rimini sta per azienda agricola che, della lentezza, ne fa una filosofia di vita.

Vi parlo di lumache oggi? No, magari un’altra volta. Vi parlo di uno spaccio aziendale che ha un nome che è tutto un programma: Pasta Madre. L’azienda, da cui lo spaccio, si chiama, appunto, Caracol.

In realtà lo avevo scovato un mese fa, quando son venuta a Rimini per il TTG. Nei miei diversi giri extra-fiera, son passata davanti a questo punto vendita. Essendo un’accanita consumatrice di pasta madre, ormai da più di due anni, il nome mi ha subito catturata. Peccato fosse chiuso. Peccato averlo scoperto l’ultimo giorno, prima della partenza.

caracol_rimini

Questa volta non ci ho pensato due volte e i miei spuntini a sacco son venuta ad acquistarli qui. Ne è venuto fuori un mondo.

Pasta Madre, e Caracol, fanno parte della più ampia cooperativa agricola Terre Solidali. Agricoltura biologica e biodinamica, Km 0, grani antichi, metodi di lavorazione tradizionali e solidarietà: tutti insieme appassionatamente. Valori che respirerete anche in questo punto vendita, insieme al fragrante profumo di pane.

Non di solo pane si tratta. Nel piccolo negozio, alla vostra sinistra, ci sono cassette di verdura, scaffali con miele, olio d’oliva, tutti provenienti dalle aziende del circuito Terre Solidali.

caracol_rimini_2

A fare da padroni, però, sono i prodotti da forno. È questa la specialità di Caracol: la produzione di pane. Meglio, l’intera filiera del pane, dalla coltivazione del grano alla vendita del risultato finale.

caracol_rimini_3

caracol_rimini_4

 

Non un grano qualsiasi, ma il grano tenero Gentil Rosso.  Di grano antico si parla, di quelli a spiga alta e dal colore tendente al rossiccio, una volta maturo. Di grano dall’alto valore proteico e dal basso contenuto di glutine, un po’ come tutti i grani antichi. Di grano autoctono, locale, che per anni è stata la materia prima principale, in diverse Regioni del Paese.

Di questo si occupa l’azienda Caracol, di tirare su questo grano. Allevarlo nel migliore dei modi e valorizzarlo come merita. E come merita? Attraverso una lavorazione che impiega l’utilizzo della pasta madre, un lievito che va davvero cresciuto come fosse un figlio. Qui ci metto la mia esperienza personale, non in azienda, ma a casa mia. Potrebbe farvi impazzire ed allo stesso tempo darvi le più grandi soddisfazioni. Due soli ingredienti: acqua e farina. A cui bisogna aggiungere tempo, manualità (bisogna lavorarlo a mano), temperature, umidità, qualità delle materie prime. A volte riuscirà bene, altre no. A volte crescerà tanto, altre no. Impensabile che siano tutti uguali e che possa essere un prodotto standardizzato. Niente di più personale e intimo, sulla tavola, come il pane fatto con la pasta madre. Credo che se dovessi esprimere la passione nella preparazione di un alimento la esprimerei in una pagnotta fatta così.

caracol_rimini_1

Che altro fanno? Lo lavorano artigianalmente e lo cuociono in forni a legna. Il risultato? Lo annuserete solo entrando nel punto vendita. L’aroma, la fragranza ed il sapore di un pane fatto con pasta madre difficilmente lo assaporerete in altra maniera.

Loro fanno questo e lo fanno con lentezza. Perché, che ci piaccia o no, l’unico modo per riscoprire una vita di qualità è la lentezza, il rispetto dei tempi naturali. I tempi naturali di crescita del grano e della sua resa. I tempi naturali di panificazione. I tempi  naturali di lievitazione.

Non stavamo parlando di gluten free? Questi argomenti non sono poi così sconnessi dai discorsi sulla celiachia, l’allergia al frumento, le cause alla base ed il senza glutine. Molte ricerche, e son sempre gli esperti a dirlo, non certo io, dimostrano come l’incremento di questa malattia/allergia/intolleranza, sia dovuta anche all’utilizzo di grani moderni ed agli accelerati tempi di lievitazione, che rendono il pane meno digeribile e meno tollerabile.

Non vi attacco il sermone, anche perché il taglio di questo blog non è certo scientifico. Però non ci farebbe male approfondire l’argomento e riscoprire i piaceri della lentezza.

Che altro aggiungere su Caracol e Pasta Madre? Il pane, abbiamo già scritto abbondantemente, è fatto con l’utilizzo di lievito madre. Alcuni dei prodotti impiegano solo grassi di origine vegetale, come il panett’olio.

caracol_rimini_5

Io, per le mie merende, non ho preso né l’uno e neanche l’altro, ma dei bei pezzi di focaccia al pomodoro fresco. Niente, proprio non riesco a liberarmi di queste radici pugliesi.

caracol_rimini_8

Cosa manca a completare la recensione? La localizzazione. È facilissimo arrivarci. Siamo nel pieno centro storico di Rimini, nella traversa che collega il Tempio Malatestiano ed il Corso d’Augusto. Pochi passi dalla stazione centrale, anche.

caracol_rimini_6

Se vi è venuta voglia, provatelo e fatemi sapere.